Struttura tecnico-amministrativa

La profonda trasformazione in atto nel sistema Universitario non può prescindere da un adeguato sviluppo organizzativo della struttura amministrativa, con l’obiettivo di definirne al meglio l’assetto e favorire l’acquisizione di responsabilità autonome ed elevati livelli di professionalità.

La struttura tecnico‐gestionale dell’Ateneo nel suo complesso deve garantire un elevato livello di servizio alle attività istituzionali della didattica e della ricerca e un supporto adeguato ai centri di responsabilità decentrati (Dipartimenti e Centri). A tale scopo si dovranno predisporre norme e procedure efficaci e trasparenti per razionalizzare la gestione e migliorare continuamente il servizio. Le attività di routine dovranno essere automatizzate e la comunicazione e l’interazione tra le diverse aree il più possibile agevolate, favorendo al tempo stesso il rapporto con tutte le componenti dell’Ateneo.

La percezione di un mancato o insufficiente collegamento o, peggio, di un dualismo tra “centro” e “periferia” deve essere superata, attraverso la chiara definizione del ruolo e delle funzioni di ciascuna componente e della loro sinergia con gli organi di governo. L’adozione di appropriate procedure di monitoraggio e valutazione dei servizi tecnico‐gestionali avrà la specifica finalità di razionalizzare le risorse impiegate, migliorare la qualità del lavoro e l’efficienza dei servizi erogati.

L’organizzazione delle funzioni amministrative, tecniche, di supporto e di servizio alle attività istituzionali dell’Ateneo spetta al Direttore Generale, una figura “nuova” nel sistema di governo, introdotta dalla legge 240 e recepita dal nostro Statuto, secondo il quale tale incarico viene conferito dal Consiglio di Amministrazione su proposta del Rettore. Dato il suo ruolo strategico, è evidente che il Direttore Generale dovrà lavorare sempre in stretta sintonia, comunicazione, collaborazione non solo con il Rettore ma anche con i responsabili delle diverse strutture dell’Ateneo, garantendo una piena sinergia tra la gestione tecnicoamministrativa e quella didattica e scientifica e, ove presente, assistenziale, con tutte le delicate implicazioni che quest’ultima comporta.

01. ottobre 2012 Autore: Marisa Porrini
Categoria: Struttura tecnico‐amministrativa | Lascia un commento

Lascia un commento

Campi richiesti*

*