Lettera aperta al Magnifico Rettore

Al fine di contribuire al dibattito e al confronto su tematiche di grande rilievo per il nostro Ateneo, quali quella della trasparenza, pubblico la lettera aperta inviata da un gruppo di colleghi al Magnifico Rettore, ai senatori e a noi tutti.

Al Magnifico Rettore
dell’Università degli Studi di Milano
Prof. Enrico Decleva

A tutti coloro che hanno presentato propria candidatura
Al Consiglio di Amministrazione

Ai componenti del Senato Accademico

p.c. ai componenti della Commissione prevista dal comma 6, lettera b), dell’art. 26 dello Statuto, ai fini della costituzione del Consiglio di Amministrazione

Magnifico Rettore,
nell’ultima seduta del Senato svoltasi il 18 settembre non è stata approvata la richiesta di rendere noti i nomi e i curricula di coloro che hanno presentato la propria candidatura quali componenti del nostro futuro Consiglio di Amministrazione.
Le ragioni alla base della decisione sono state di due ordini: a) in quel momento non risultava chiaro se ed in che termini vi fossero ostacoli alla pubblicazione di nominativi e curricula dei candidati derivanti dalla normativa sulla privacy; b) non si voleva esporre la Commissione di valutazione/selezione degli aspiranti componenti il CdA ad indebite pressioni esterne che sarebbero potute derivare dalla conoscenza dei nominativi dei candidati.
A noi pare che queste considerazioni siano la prima superabile e la seconda inconferente.
La discussione sulla presenza o meno di ostacoli normativi avrebbe potuto suggerire un rinvio della decisione per ulteriori verifiche e accertamenti, piuttosto che portare ad una decisione limitativa della trasparenza.
E’ vero che la normativa sulla privacy consente la pubblicità delle candidature (pubblicazione sul sito d’Ateneo) solo se esplicitamente previsto da una norma di legge o di regolamento oppure nel caso sia reso un esplicito consenso da parte degli interessati. Se tale consenso non fosse stato chiesto in modo specifico all’atto della presentazione della candidatura, resterebbe comunque possibile richiedere quel consenso adesso. Quale candidato ad una carica così rilevante per la nostra Università potrebbe essere contrario ad una selezione improntata alla massima pubblicità e trasparenza ?
Riguardo alla possibilità che la pubblicazione dei nominativi esponga la commissione a “indebite pressioni”, a noi pare un controsenso. Non rendere pubblici i nomi non esclude affatto le “indebite pressioni”, semmai restringe il novero di coloro che possono farle! La luce del sole- non certo la penombra- è universalmente considerata il miglior disinfettante.
Al contrario, ci pare che ragioni di trasparenza nella formazione dell’organo forse più cruciale per la vita del nostro Ateneo nei prossimi anni consiglierebbero di dare la maggior pubblicità a tutte le fasi della procedura che conduce alla formazione del Consiglio di Amministrazione. E’ la stessa legge Gelmini, del resto, a porre il principio di trasparenza fra i principi cardine della riforma a cui tutto l’agire dell’Ateneo deve essere improntato (cfr. art 2, 1 comma, 1. 240/2010)
Riteniamo importante che i nomi e i curricula dei candidati vengano resi pubblici adesso, prima che la procedura venga conclusa, in modo tale che tutto l’Ateneo sia messo a conoscenza delle professionalità e dei profili nell’ambito dei quali verrà operata la scelta.
Le chiediamo, dunque, Magnifico, in quanto rappresentante dell’Amministrazione, di procedere adesso a verificare con tutti i candidati il consenso alla pubblicità delle loro candidature e dei loro curricula sul sito di Ateneo. La competenza a garantire lo svolgimento delle varie fasi della procedura spetta infatti all’Amministrazione che Lei rappresenta e non alla Commissione di
selezione/valutazione che ai sensi dello Statuto ha appunto il solo limitato compito di vagliare le candidature.
Le chiediamo insomma di farsi promotore di un processo di trasparenza che permetta al nostro Ateneo di partire con il passo giusto nella nuova stagione che stiamo costruendo.
Certi della loro attenzione, e dunque del fatto che essi verranno a conoscenza di questa nostra lettera aperta, invitiamo inoltre i candidati a far pervenire tale consenso in piena autonomia al Rettore perché egli sia sgravato del compito di aggiungere una richiesta di liberatoria tardiva.
Chiediamo infine ai componenti del Senato, che stanno elaborando il nuovo Regolamento generale d’Ateneo di inserire un’apposita norma che preveda per il futuro, per tutte le procedure selettive o concorsuali dell’Ateneo, la pubblicazione sul sito di nominativi e curricula dei candidati.

Milano, 24/09/2012

Firmato,

Maria Teresa Carinci  Simone Paleari  Anna Laura Bandini
Alessandro Caselli  Tiziano Penati  Emma Gallo
Paolo Piseri  Monica Beltrame  Leonardo Lo Presti
Alessandro Podestà  Anna Moroni  Michele Ceotto
Roberto Villa  Francesco Denozza  Michele Zucali
Rita Annunziata  Giuseppe Gaeta  Luigi Lay
Giorgio Abbiati  Sandro Rinauro  Alessandro Pasini
Stefano Simonetta  Paolo Stellari  Massimo Sorbi
Alberto Vailati  Lambertus van Geemen  Giovanni Muttoni
Gabriella Cerri  Dario Malchiodi  Alessandra Puglisi
Dario Brambilla  Nicola Manini  Maria Dedò
Roberto Cerbino  Alessandra Guglielmetti  Tiziana Beringhelli
Giulia Luisa Masserini  Gliberto Bini  Maria Carlotta Malatesta
Rosanna Asselta  Corrado Galli  Laura Ammannati
Giulia Soldà  Eva Paparoni  Ottavio Giulio Rizzo
Valentino Liberali  Elisabetta Rocca  Simonetta Di Sieno
Nicoletta Rosati  Luisa Guerrini  Martin Kater
Giorgio Valle  Antonella Gervasini  Maria Enrica Pasini
Federica Compostella  Silvia Rosa Araneo  Alessandro Pavese
Fabio Mollica  Luca Trombino  Carlamaria Maderna
Marina Brambilla  Alessandro Contini  Diego Matessi
Fausta Omodeo  Salè Angela Bassoli  Pier Francesco Bortignon
Maria Longeri  Fabio Ragaini  Anna Gori
Guido Sali  Stefano Trasatti  Cesare Sirtori
Lorenza Tacchini  Carlo Morelli  Amedea Manfredi
Maurizio Sampietro  Davide Proserpio  Laura Prati
Elia Biganzoli  Vittoria Guglielmi  Sandra Rondinini
Silvana Castaldi  Angelo Sironi  Donatella Potenza
Graziano Serrao  Giuseppe D’Alfonso  Roberto Pagliarin
Giovanna Fabio  Monica Panigati  Marco Merlini
Stefano Pieraccini  Paola Del Buttero  Alberto Vertova
Giovanni Puddu  Alessandra Silvani  Raffaella Lanzarotti
Elisabetta Colombo  Clelia Giannini  Vittorio Angiolini
Morena Casartelli  Domenico Albanese  Isabella Barajon
Guido Sello  Matteo Paris  Carlo Selmi
Massimo Tarallo  Maurizio Maugeri  Enrica Fava
Lorenzo Bello  Alessandro Parolari  Raffaella Bonecchi
Paola Borroni  Luca Bechini  Francesca Bodega
Laura Riboni  Giuliano Grossi  Mario de Benedittis
Leonardo Gariboldi  Daniela Maggioni  Elisa Paganini
Paola Cotta  Ramusino Andrea Gamberini  Elena Di Venosa
Michela Cavinato  Fabrizio Felletti  Elisa Giunchi
Cristiana Fiamingo  Giuseppe Molteni  Francesca Tessore
Nedda Burlini  Franco M. Maggi  Nadia Covini
Paola Bozzi  Paola Fermo  Marco Buscaglia
Cristina Tarsi  Rossana Sacchi  Massimiliano Rome’
Paola Morando  Grazia Pietrini  Dario Borso
Laura Maria Raimondi  Camilla Luzzago  Stefania De Stefano
Elena Zampieri  Marica Orioli  M. Cristina Bonza
Antonio Giorgilli  Alfonso Tortora  Anna Gori
Paola Causin  Alessandra Micheletti  Maria Vittoria Cernigliaro
Enrico Valdinoci  Nunzio Alberto Borghese  Marco Rigoli
Federico Pedersini  Stefano Kasangian  Giovanni Righini
Marco Vignati  Davide Gadia  Laura Belvisi
Clemente Zanco  Barbara Ferrari  Alessandro Vescovi
Alessandro Rizzi  Alberto Alzati  Massimiliano Goldwurm
Massimo Santini  Cristina Porta  Valeria Lucini

08. ottobre 2012 Autore: Stefano Corbella
Categoria: Il Governo dell'Ateneo, L’Ateneo, Struttura tecnico‐amministrativa | Lascia un commento

Lascia un commento

Campi richiesti*

*